Esploratore

Esploratore

LAPP UNIPOLSAI SCARICA

Posted on Author Gaktilar Posted in Autisti


    Scarica la APP UnipolSai​ per avere a portata di mano, ovunque tu sia, tutti i servizi a te riservati. Cosa stai aspettando?. Con la nuova app UnipolSai puoi gestire i tuoi servizi in modo ancora più semplice e veloce. In particolare potrai: gestire i dispositivi telematici dedicati alla tua. In più, con i nuovi servizi telematici puoi anche controllare la tua casa, il tuo negozio e potrai sempre sapere dove si trova il tuo amico a 4. Di servizi meteo ce ne sono tanti Ma se sei assicurato UnipolSai scarica l'app e potrai essere avvisato tempestivamente se arriva qualche.

    Nome: lapp unipolsai
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 54.42 Megabytes

    Embed Size px x x x x Home Documents Delta magg n Post on Mar views. Category: Documents 3 download. Limpressione che il nostro Paese si trovi ancora nel mezzo di quella crisi fi scale che gi pi di ventanni fa lo stori-co Luciano Cafagna identifi cava come una delle cause strutturali che hanno prima determinato il crollo della cosiddetta Prima Repubblica e, poi, hanno condizionato linterminabile transizione verso un nuovo dai contorni sempre pi sfug-genti.

    La grande slavina, questo il titolo del libro di Cafagna del , per il quale la crisi dei nostri conti pubblici derivava dal modo del tutto peculiare con cui si era voluto edifi care un welfare state allitaliana: puntando sul debito, sul consenso immediato, sulle tante corpora-zioni presenti nella nostra societ ed evitando quelle scelte - coraggiose, ma non sempre popolari che potessero preludere ad una effettiva redistribuzione del reddito.

    Il capitale viene aumentato di venti miliardi di lire, che vanno ad aggiungersi a quegli iniziali 99, milioni di lire. Ancora una volta è platealmente escluso Edoardo, il figlio di Gianni. Agli eredi del defunto spetterà solo una somma di denaro pari al capitale conferito.

    Senza pensare alla violazione del diritto successorio italiano. Insomma Gianni Agnelli ha consegnato ai quattro il controllo assoluto della situazione a scapito di se stesso e dei propri famigliari. Secondo scenario. Chi sono i vincitori? Chi ha impedito in tal modo che Marella, Margherita e John invece si potessero alleare per comandare insieme o scegliere qualcuno della famiglia, o non qualche estraneo, per la sala di comando?

    Al capitale di In tal modo il capitale diventa di 7. Tutto questo fino al Ma oggi la situazione, specie per quanto riguarda i patti sociali, qual è? John comanda davvero o no? Nel caso in cui, lo ripetiamo come nel precedente articolo, dovesse decidere di ritirarsi in un monastero o gli dovesse accadere qualcosa come allo zio Edoardo?

    Ecco perché forse esiste tanta segretezza. Non sarebbe bene che dai registri della Camera di Commercio risultasse qualcosa di attuale e di aggiornato? Oppure bisogna aspettare altri 15 anni? Invece anche o perfino? Senza risultato. Il che dimostra come in due righe si possano infilare parecchie menzogne e non si accendano legittimi interrogativi. All'obiezione che è il più importante socio dell'accomandita Agnelli, che è stata la cassaforte dell'Avvocato ora del nipote , che è più volte citata sulla stampa italiana e internazionale, la risposta non cambiava.

    Ma Gerevini, rispetto al sottoscritto, per quale ragione non ha mai pubblicato un rigo su questa scandalosa vicenda, non ha informato i lettori, non ha denunciato pubblicamente questa anomalia e illegalità che ammette di aver toccato con mano?

    Non pensa, il Gerevini, che sarebbe bastato un piccolo articolo sul suo autorevole giornale per smuovere le acque? A Torino tutto è possibile. Che cosa aspettano a richiederli? Forse temono che il loro sollecito rimanga di nuovo senza riscontro?

    E quindi diventa molto facile dire: ora che vi hanno scovato, ora che sta venendo a galla la verità, non vi pare corretto e opportuno mettervi pienamente in regola?

    Oppure volete che sia di nuovo un giudice a ordinarvi di farlo? E Jaky Elkann non ha capito quanto sia importante, per sé e per il proprio personale presente e futuro, che le cose siano chiare e trasparenti, nel suo stesso interesse?

    Niente di tutto questo. E adesso? Non solo noi nutriamo qualche dubbio sul fatto che la società si metta al passo con i documenti. Ma a questo punto, svelati i giochi, la partita è iniziata e se la società di Jaky Elkann si rifiuta di adempiere alle regole di trasparenza è di per sé una notizia.

    Chi diventerebbe il primo azionista del gruppo? Non certo una anziana signora, con problemi di salute, che vive tra Marrakech e Sankt Moritz? Ci permettiamo di chiedere: ingegner John Elkann, a queste cose lei ha mai pensato? E perché le tollera? Al Centro Congressi del Lingotto partita l'assemblea dei soci della Juve seguila con noi.

    Vorremmo che la locomotiva fosse in grado di procedere al pari degli altri. In attesa che Andrea Agnelli apra i lavori con la sua lettera agli azionisti, la relazione finanziaria annuale unisce ai numeri la passione.

    Nelle pagine iniziali sono contenute le immagini salienti dell'ultimo anno, iniziato con il ritiro di Bardonecchia, proseguito con l'inaugurazione dello Juventus Stadium, la conquista del titolo di campione d'inverno e del Viareggio da parte della Primavera, e culminato con la vittoria dello scudetto e della Supercoppa. Due dei cinque nuovi volti del Consiglio di Amministrazione della Juventus non sono presenti nella sala del Lingotto.

    L'avvocato Giulia Bongiorno è impegnata in una causa mentre il presidente del J Musuem, Paolo Garimberti, è fuori Italia per il Cda di EuroNews, ma comunque in collegamento in videoconferenza. La sfida all'Europa è lanciata. Ora lui ha scelto una nuova esperienza, ricca di fascino: porterà sempre con sè la Juventus". Oggi la squadra è completa, lavora quotidianamente per ottenere gli obiettivi di vincere sul campo e di ottenere un equilibrio economico finanziario.

    E' una missione alla quale questa gestione non intende sottrarsi. Quando ho ricevuto l'incarico di presidente avevo in testa chiarissimi alcuni passaggi. Il primo è cambiare la società e la squadra, un percorso in continua evoluzione, ma in 30 mesi abbiamo bruciato le tappe. Churchill diceva: i problemi della vittoria sono più piacevoli della sconfitta ma non meno ardui, lo scudetto non ci deve far dimenticare il nostro mandato, vincere mantenendo l'equilibrio finanziario.

    Poi il finale, con il presidente bianconero ad affrontare un tema assai caro come quello delle riforme. Il cammino procede nella giusta direzione, 'la vita è come andare in bicicletta, occorre stare in equilibrio', diceva Einstein. E qui arriviamo al secondo punto: bisogna cambiare il calcio italiano e posizionarlo a livello europeo, dopo i fasti degli ultimi 30 anni stiamo avendo un declino, siamo in presenza di un tracollo strutturale.

    Riforma dei campionati, riforma Legge Melandri, riforma del numero di squadre professionistiche e del settore giovanile. Riforma dello status del professionista sportivo, tutela dei marchi, legge sugli impianti sportivi, riforma complessiva della giustizia sportiva, queste le tematiche su cui vorremmo confrontarci. Molti gli interventi: alcuni si sono complimentati con il presidente e i dirigenti per le vittorie, ma in tanti hanno sollevato dubbi sulla campagna acquisti.

    In particolare sono state fatte domande sul caso Berbatov, su Iaquinta e Giovinco. Infine si è dichiarato contrario allo stipendio di mila euro che la società elargisce a Pavel Nedved. Dopo che gli è stata tolta la parola perché ha sforato i minuti a disposizone, Marco Bava ha movimentato l'assemblea urlando e fermando i lavori. Ma nel libro che presenta il rendiconto di gestione, la Juventus ha dedicato una doppia pagina all'ex capitano bianconero, nella quale si ricordano tutti i suoi successi.

    Alla fine campeggia anche un "Grazie Alex" a caratteri cubitali. E alcuni azionisti si soffermati su Alex chiedendo perché non gli è stato trovato un posto in società. E' c'è molto odio nei nostri confronti ultimamente". Applausi dell'assemblea. In particolare, ha spiegato l'operazione Continassa.

    L'investimento complessivo ammonterà a milioni: oltre ai 10,5 e a un milione per le opere di urbanizzazione, il residuo servirà per costruire la sede e il centro sportivo. La copertura finanziaria sarà in parte coperta dal Credito Sportivo che, il giorno dopo la presentazione del progetto, ci ha contattato manifestando interesse a finanziare l'opera.

    La Juventus è una trincea mediatica. E il Cda della Juve è più visibile di quello di Fiat. Mi rivolgo a Bongiorno, non sarà più l'avvocato che ha difeso Andreotti, ma quella che siede nel Cda juventino. Non mi convince la sua vicinanza a quegli ambienti romani e antijuventini, che hanno appoggiato il mancato revisionismo su Calciopoli.

    La dottoressa Grazioli-Venier la conosco poco, certo, il doppio cognome alla Juventus non porta bene Paolo Garimberti si è sempre professato juventino ed è presidente del nostro museo, nel suo curriculum abbondano incarichi importanti nei media.

    Eppure non ricordo neppure un articolo a difesa della Juventus nel periodo calciopoli quando era a Repubblica e quando era presidente della Rai perché non ha arginato la deriva antijuventina della tv di Stato? Mazzia, si sa, era granata, ma in fondo lo era anche Giraudo. Le ricordo comunque che Giraudo esultava allo stadio quando segnava la Juventus, si dia da fare anche lei".

    Si vota per rinnovare il Cda e si parla dei compensi ai consiglieri 25mila euro all'anno ad ognuno dei consiglieri. Agnelli ringrazia i consiglieri uscenti, fra cui c'è l'avvocato Briamonte.

    Il Consiglio avrà un mandato di tre anni e ogni consigliere percepirà 25 mila euro l'anno. Marina Salvetti Guido Vaciago. Dopo questa piccola premessa volevo dirti alcune cose su Edoardo agnelli. Tutto quello detto scritto da vari personaggi ,giornalisti,scrittori presunti amici lo trovo molto superficiale ma solo per il fatto di farsi un Po di pubblicità o altro, ma li conosceva davvero questa gente?

    Dubito molto non avendoli mai visti accanto ad edo. In questi anni ho sentito tutto ed il contrario di tutto e volevo intervenire prima ,ma solo sul tuo sito, perché ti riconosco una sicura onesta intellettuale.

    Negli ultimi 20 anni di vita di Edoardo sono stato il suo vero amico accompagnandolo in tutte le parti del mondo,e assistendolo nel suo lavoro,c erano con noi a volte anche altri amici sempre sinceri e che stavano al loro posto non pronti,come ora a farsi pubblicità ogni volta che esce il nome dello sfortunato amico.

    Finisco dicendoti che,la mattina del 15 novembre giorno del fatale incidente ,edoardo fece ,prima ,solo 4 telefonate ed una era al sottoscritto come tutte le mattine.

    Sia la puntata televisiva di tre anni fa, sia il programma odierno di Minoli sono facilmente rintracciabili e consultabili sul web. Per il resto, a fra pochi giorni per le mie ultime, sconvolgenti acquisizioni che, oltre al riesame per intero della complessa questione, sono dettagliate in "Un giallo troppo complicato" Grazie a tutti.

    Radio24 - Ascolta la diretta. Puoi navigare tra le puntate per rias Edoardo Agnelli muore il 15 novembre del Ripercorriamo la vita del rampoll Blitz quotidiano.

    Lo so, c 'è chi sostiene il contrario, ma è una stupidaggine. Non sarebbe corretto dire né che si sia suicidato, né che sia stato suicidato, né che sia volato, né che si sia lanciato, né che sia stato ucciso e il suo corpo sia stato buttato giù dal viadotto.

    Margherita , quando ci sono dei lutti in famiglia, viene persino umiliata mettendo il suo necrologio in fondo a una lunga lista, anziché al secondo posto in alto, subito dopo sua madre, come imporrebbe la buona creanza.

    Tutto qui. A Villar Perosa "ci sono state tante gioie ma anche tanti dolori". Quel che si aspetta da un padre, dei gesti di tenerezza, non parlo di potere Poi, Jaky è stata come una seconda costola tolta. Questo è vero solo in parte. Ma Umberto, francamente, che cosa avrebbe potuto fare?

    Stavano, per finta, designando suo figlio per il posto di comando e lui poteva permettersi di piantare grane? Una società in cui Gabetti e Grande Stevens insieme a sua figlia Cristina e al commercialista Cesare Ferrero posseggono una azione da un euro ciascuno che conferisce poteri enormi e decisivi. Ad esempio in occasioni pubbliche come lo stadio, i box della formula 1 durante i Gran Premi, per le regate di Coppa America, in barca, sugli sci, in altre mille occasioni.

    Hai fatto una cosa per Luca che per me non hai mai fatto in tutta la mia vita. Una settimana dopo è morto. Gabetti, premio fedeltà agli Agnelli neppure a loro! E lui, Gianluigi, arriva fa pensare proprio — almeno nelle sue intenzioni — a San Giovanni Bosco e al Padre Cottolengo.

    Quando si dice la modestia! Che cosa è accaduto? La dott. Il che significa che, avendo Ilotte quarantanove anni di età, ha cominciato a frequentare Gabetti senior fin da quando il futuro presidente della Camera di commercio era nella culla e lanciava i primi vagiti.

    Alla prima infanzia, quando ha smesso di gattonare e ha mosso i primi passi? Oppure quando era impegnato sul vasino? Per non parlare di quel che resta degli altri stabilimenti….

    E non rilascia nemmeno il numero di repertorio e nemmeno come lo ha archiviato. Donna Giuseppina vuole parlare lei col suo adorato fratel Ettore? La società risulta fondata nel Ma non solo questo dimostra quanto sono aggiornati, e come li tiene aggiornati, il presidente Ilotte.

    Attenzione al colpo di scena. Totale: 12 azioni per un controvalore di euro 6, E, soprattutto — come le ha detto Gabetti in questo mezzo secolo - non lo perda.

    Proximity Marketing: cos’è e a cosa serve

    Stia sereno, neh! PDF -. Imposta su google : www. Ciononostante ogni lettore deve considerarsi responsabile per i rischi dei propri investimenti e per l'uso che fa di queste di queste informazioni QUESTO SITO non deve in nessun caso essere letto come fonte di specifici ed individualizzati consigli sulle borse o sui mercati finanziari.

    Le nozioni e le opinioni qui contenute in sono fornite come un servizio di pura informazione. Ognuno di voi puo' essere in grado di valutare quale livello di rischio sia personalmente piu' appropriato.

    Tieni presente che poi il tuo URL diventerà da myblog. Ti consigliamo di avvisare i tuoi lettori che il cambiamento avverrà il 6 gennaio Cordiali saluti La Stampa e lo staff TypePad. Ufficio relazioni esterne Coldiretti. Report, puntata 7 aprile lo Stato fallimentare Investire Oggi Proprio mentre sul web infiamma la polemica per la richiesta di risarcimento intrapresa dalla compagnia energetica nazionale a seguito dell'inchiesta Eni di Report è anche partita la raccolta firme, Report: firma la petizione per il diritto di SubscribeSubscribedUnsubscribe , Like 0 Dislike 0.

    Sign in to YouTube.

    Niente multe se l'autovelox non è ben segnalato. Una sentenza del giudice di pace accetta il ricorso per apparecchi non adeguatamente segnalati in prossimità degli incroci.

    TomTom ha rilasciato l'app GO Mobile per Android in versione freemium, cioè gratuita per chi percorre fino a 75 km al mese. Si chiama OsservaPrezzi ed è l'app gratuita voluta dal MISE per consentire agli automobilisti di conoscere in mobilità i prezzi dei carburanti.

    Unipol: Il sonno della procura. La Corte questa volta ha deciso diversamente, indicando Torino, sede di Fonsai che ha formulato i primi comunicati.

    Ipotesi che non si escludono. Entrambe le procure avevano come principale indagato Carlo Cimbri , il numero uno di Unipol diventato, dopo la fusione, amministratore delegato di UnipolSai. Tutto parte dalla crisi del gruppo di Salvatore Ligresti. Fonsai nel accumula un passivo record di 1 miliardo. Quando si accorge che il salvataggio è una missione impossibile, oltre che per lui molto rischiosa, Peluso se ne va. Ma è anche il modo per cercare di salvare i soldi di Mediobanca, creditrice per milioni anche della compagnia bolognese.

    È la famiglia perdente, a cui tutti ormai danno addosso. Un dirigente di Consob, Marcello Minenna, avversato dal suo capo, Giuseppe Vegas , conteggia che i derivati della compagnia valgono almeno milioni in meno di quanto dichiarato. Indagini rapidissime, intercettazioni che captano in diretta le manovre degli scalatori, manette che scattano subito, operazione che naufraga, con tanto di dimissioni del governatore di Bankitalia che si prendeva i baci in fronte di Fiorani.

    Sette anni dopo, tante cose sono cambiate. Anche al palazzo di giustizia di Milano. Quando nel luglio Orsi scrive alla Consob chiedendo documenti su Unipol, il procuratore contesta la richiesta. Quando poi la Consob chiede alla procura i tabulati telefonici di due giornalisti di Repubblica , Giovanni Pons e Vittoria Puledda, accusati di aggiotaggio informativo per aver scritto i dubbi sui conti Unipol, Bruti assegna il fascicolo a un altro pm e non a Orsi, che conosce bene la questione e potrebbe obiettare che in realtà la Commissione di Vegas vuole soltanto scoprire le buone fonti di Pons e Puledda.

    Intanto, Unipol ha avuto tutto il tempo per mettere a posto i suoi conti e blindare i suoi derivati. La Cassazione ora le dà ragione. E a Milano, dopo anni di defatiganti conflitti sotterranei, molti, dentro e fuori la procura, tirano un sospiro di sollievo. Autore: Luigi Ferrarella — Corriere della Sera. La decisione del pg della Cassazione. Le due procure indagavano sulla fusione. Fonte: Milano Finanza. In ogni caso la Cassazione ha operato una scelta anche coraggiosa, che nulla ha a che vedere con trasferimenti di processi di altri tempi o, peggio, con avocazioni, rispondendo a rigorose considerazioni giuridiche che andranno approfondite, ma che attestano anche la validità del sistema della possibilità di ripensamento ai livelli superiori della giurisdizione.

    Fonsai: processo a J. Ligresti resta a Torino, no trasferimento a Milano. Fonsai: tribunale Torino, no a istanza trasferimento a Milano, arrivata fuori tempo. Assicurazioni: azione Codacons su Fondiaria Sai e Milano assicurazioni. Roma, 8 mar. Adnkronos - Il Codacons sta organizzando una iniziativa a tutela dei risparmiatori che hanno investito i propri soldi in azioni delle Processi FonSai: il Movimento Consumatori continua a seguire le costituzioni di parte civile degli Fonsai: pm Torino punta a cambio capo imputazione per Paolo Ligresti e altri.

    Processo Fonsai: ammesi come parti civili tutti gli azionisti che si Fonsai: aggiornata a 5 marzo udienza preliminare per Paolo Ligresti e altri otto. Borsa Italiana. Fonsai, mille risparmiatori chiedono giustizia al processo La Repubblica Torino.

    La sede torinese di Fondiaria Sai Prende il via domani il processo Fonsai che ha come imputati Salvatore Ligresti e gli ex manager della compagnia Fonsai: gup notifica a parti civili tramite web Agenzia di Stampa Asca. Per questo e' apparso sui siti web delle associazioni dei consumatori l'avviso agli azionisti Fondiaria Sai e Milano Assicurazioni a costituirsi parte Pubblicato il 10 novembre su ilfattoquotidiano.

    Fondiaria Sai , non tutto è perduto per i piccoli azionisti della ex compagnia del gruppo Ligresti. In Borsa ha perso più del 75 per cento. Sono invece la costituzione di parte civile a Torino e soprattutto una class action le azioni previste da Si.

    A differenza degli altri due attori, nel mirino del Si. A tal proposito, la domanda che si pongono i legali è se le scelte di fusione non siano state pilotate e con quali vantaggi. Vedremo come andrà a finire la liquidazione finale dei danni — conclude Fiorio -.

    Sequestriamo i beni dei partiti! I partiti hanno truffato gli italiani. Gli hanno estorto 2,3 miliardi di euro di finanziamenti pubblici nonostante il voto contrario di un referendum. Dopo anni di silenzio omertoso delle istituzioni, il procuratore del Lazio Raffaele De Dominicis ha sollevato la questione di illegittimità costituzionale dei cosiddetti rimborsi elettorali che "sono da ritenersi apertamente elusive e manipolative del risultato referendario e quindi materialmente ripristinatorie di norme abrogate".

    I partiti sono indifferenti alla volontà popolare, cambiano il significato delle parole per ingannare i cittadini. Sempre la Corte dei Conti: "tutte le disposizioni impugnate dal Dopo tre anni ecco la sentenza Ue sull'Euribor truccato da banche estere. La Commissione europea, tre anni dopo aver condannato quattro tra le più grandi banche europee per aver truccato il tasso di interesse che incide sui mutui di milioni di cittadini europei, ha finalmente tolto il segreto al testo della sentenza.

    E quel documento di trenta pagine potrebbe valere, solo per gli italiani che hanno un mutuo sulle spalle, ben 16 miliardi di euro di rimborsi da chiedere alle banche. La storia parte con la scoperta di un'intesa restrittiva della concorrenza, ovvero un cartello, tra le principali banche europee.

    Lo scopo, secondo l'Antitrust europeo, era di manipolare a proprio vantaggio il corso dell'Euribor, il tasso di interesse che funge da riferimento per un mercato di prodotti finanziari che vale mila miliardi di euro. Tra questi ci sono i mutui di 2,5 milioni di italiani, per un controvalore complessivo stimabile in oltre miliardi. L'Euribor viene calcolato giorno per giorno con un sondaggio telefonico tra 44 grandi banche europee, che comunicano che tasso di interesse applicano in quel momento per i prestiti tra banche.

    Il risultato del sondaggio viene comunicato all'agenzia Thomson Reuters che poi comunica il valore dell'Euribor agli operatori e al pubblico. L'Antitrust ha scoperto che alcune grandi banche, tra il e il , si erano messe d'accordo per falsare i valori comunicati e manipolare il valore del tasso secondo la propria convenienza.

    Un avvocato di Sassari, Andrea Sorgentone, legato all'associazione Sos Utenti, ha subissato la Commissione di ricorsi per farsi consegnare il testo della sentenza dell'Antitrust che condanna Deutsche Bank, Société Genéralé, Rbs e Barclay's a pagare in totale una multa di oltre un miliardo di euro. E ora il conto potrebbe salire. E non solo per quelle direttamente coinvolte, perché il tasso alterato veniva applicato ai mutui variabili da tutte le banche, anche le italiane, che ora potrebbero dover pagare il conto dei trucchi di tedesche, francesi e inglesi.

    La sentenza europea è vincolante per i giudici italiani. ROMA - Le multe per eccesso di velocità rilevato tramite autovelox all'interno dei centri abitati devono essere annullate se la colonnina non è presidiata da una pattuglia.

    Il giudice, in particolare, ha annullato un verbale elevato dalla Polizia Locale di Garlasco proprio per il mancato presidio della postazione da parte degli accertatori, affermando che, innanzitutto, le postazioni di controllo che, come nel caso di specie, si trovano in un centro abitato, devono essere presidiate e gestite dagli organi di polizia stradale e che, inoltre, le apparecchiature elettroniche utilizzate per la verifica del rispetto dei limiti di velocità devono essere nella disponibilità di tali organi.

    Per il Giudice di pace, secondo quanto riporta il portale www.

    Delta magg2014 n58

    Si sono ispirati a quel sito disgraziato di Dagospia, ma hanno decisamente esagerato. Dalle sperimentazioni in corso in Giappone incominciano a delinearsi i dati di consumo delle auto con fuel cell a idrogeno.

    Lungo un percorso di 1. Un dato promettente, tenendo conto che un chilogrammo d'idrogeno contiene quasi la stessa energia di quattro litri di benzina che pesano circa 3 kg : in pratica, dal punto di vista energetico sui costi è attualmente impossibile fare i conti , è come se le vetture avessero percorso 30 km con un litro benzina.

    Un eccellente risultato tenendo conto che i modelli in questione hanno dimensioni abbastanza elevate. Il problema, attualmente, è che per stivare la quantità d'idrogeno gassoso compresso a bar necessaria a percorrere km occorrono ancora ingombranti e pesanti bombole. E quest'anno, seguendo le correnti dell'attualità, i mala tempora della crisi la faranno da primi attori in scena, ispirando molti degli interventi.

    Tra i temi caldi ci saranno il debito pubblico e l'ipotesi di default; fornirà carburante al dibattito anche il tema dei Btp. Altri incontri saranno dedicati all'euro, al signoraggio, alle tasse, alle imprese ed ai nuovi modelli sociali possibili. Completa il programma un corso di educazione economica per ragazzi dagli 8 ai 18 anni ed una sessione di trading. Nostra Madre Terra - Articoli. Dai termovalorizzatori alla raccolta differenziata.

    Video Marco Bava Giuseppe Catizone 6 marzo Da Roberto Topino. Potete visitare il mio blog e leggere un articolo di Agorà Magazine. Roberto Topino. Vi chiedo di leggerlo! Scilipoti Domenico. Cromo esavalente nel comprensorio della Spina 3, area Vitali, di Torino e precisamente nel quadrilatero compreso tra via Borgaro, via Verolengo, via Orvieto e corso Mortara.

    La sorgente principale del cromo esavalente è stata individuata nelle vasche di neutralizzazione e di filtrazione, nonché nell'area di terreno dove era presente la lavorazione di cromatura. Il sito dell'acciaieria, fin dall'inizio del ' sede di attività di tipo industriale siderurgico, ha una superficie di Tale area è risultata contaminata da scorie di acciaieria con superamento dei limiti consentiti da parte dei principali metalli pesanti nichel, cromo e cromo esavalente.

    L'inquinamento è stato riscontrato anche all'esterno del sito, dove sono stati trovati degli strati di riporto contenenti scorie di acciaieria. Il volume delle scorie è stato stimato in circa mezzo milione di metri cubi. Sono stati riscontrati anche altri contaminanti in quantità superiore ai limiti. Visto l'elevato volume di scorie di acciaieria presente e considerato che il costo di conferimento in discarica è stato stimato pari a circa 80 milioni di euro nel , l'intervento di rimozione di tutta la massa dei rifiuti è stato valutato non compatibile con il valore dell'area.

    Le determinazioni più recenti consistono nella preclusione alla realizzazione di pozzi ad uso idropotabile, nell'area costituita dalla prevedibile estensione della situazione di contaminazione da cromo esavalente dopo un tempo di 50 anni. La Provincia ha anche richiesto un monitoraggio di carattere permanente e la registrazione sugli strumenti urbanistici dei vincoli derivanti dal permanere di acque sotterranee contaminate, al fine di garantire nel tempo la tutela della salute pubblica ed una adeguata protezione dell'ambiente.

    Le concentrazioni di cromo esavalente nella falda rimangono superiori ai limiti, cosa mai negata dalle Amministrazioni. Divisione Ambiente e Verde. Settore Ambiente e Territorio. Ufficio Bonifiche. Prot n. La messa in sicurezza di emergenza del nucleo più contaminato da cromo esavalente della falda è stata condotta fra ottobre e maggio Il Dirigente Settore Ambiente e Territorio. Federico Saporiti. Il cittadino potrebbe porsi alcune domande:.

    Non era il caso di informare la popolazione, che sembra all'oscuro di tutto? Non conveniva bonificare l'area subito, invece di programmare interventi di monitoraggio per 50 anni? L'acqua e la salute delle persone non sono beni preziosi? Non valgono di più del costo stimato per la bonifica? Perché in nessun punto dei documenti acquisiti viene precisato che il cromo esavalente è un cancerogeno di prima classe al pari del benzene, dell'amianto, delle ammine aromatiche e delle radiazioni ionizzanti?

    Cromo esavalente nella Dora a Torino. In una intervista rilasciata recentemente a Radio Impronta Digitale, il Dott. Dice il Coraglia:. Ma come stanno realmente le cose?

    Via Padova 29 - Torino - tel. Scritto da Lisa Vagnozzi. Caitlyn è un bambina di 10 anni di Orogrande, New Mexico. Start planting! Alla cerimonia erano presenti rappresentanti politici e Ministri dell'Ambiente di ben 45 nazioni. Piccoli grandi uomini da cui i "veri" grandi dovrebbero prendere esempio. Scritto da Marta Albè. Tra Ottocento e Novecento furono messe a punt o alcune invenzioni che avrebbero potuto rivelarsi in grado di rivoluzionare la nostra esistenza odierna.

    Se l' auto ecologica progettata da Henry Ford o l 'automobile a corrente alternata ideata da Nikola Tesla fossero state prodotte su larga scala decenni fa, forse in questo momento non ci troveremmo a condurre guerre spietate per il possesso del petrolio necessario alla produzione del carburante che, secondo Ford, avrebbe potuto essere ricavato in ingenti quantità a partire dai vegetali.

    Lo stesso Tesla fu in grado di creare un motore elettrico ad emissioni zero e di ricavare energia sfruttando le correnti elettriche della Terra.

    ‎UnipolSai – Assicurazioni su App Store

    A due donne si devono invece l'invenzione del primo sistema antinquinamento e di un dispositivo per rendere potabile l'acqua di mare grazie ai raggi solari. Senza stare a sindacare sul "perché" queste invenzioni non abbiano trovato seguito, proviamo a ricordarle e a omaggiarle affinché siano da spunto per un reale cambiamento di rotta, anche alla luce delle recenti scoperte tecnologiche. Tra le sue ideazioni vi fu quella di riuscire a ricavare energia in maniera praticamente gratuita sfruttando le correnti elettriche fornite dalla Terra.

    I due si separarono ponendosi ai lati opposti di un picco, distanziati l'uno dall'altro da quattro chilometri di roccia. Gli strumenti furono collegati al terreno attraverso un metodo segreto e furono sintonizzati in base alle risonanze armoniche della Terra. Al preciso momento che Tesla aveva stabilito, i due strumenti furono in grado di produrre note musicali per suonare interi brani grazie all'impiego della corrente elettrica terrestre.

    Il primo sistema antinquinamento della storia fu inventato da una donna statunitense nel Parliamo di Mary Walton , la quale decise di dirigere il proprio impegno e le proprie conoscenze verso l'obiettivo di ridurre le emissioni inquinanti e nocive provenienti dalle fabbriche , che in quegli anni si stavano prepotentemente diffondendo sul territorio.

    L'invenzione della Walton era basata sull' utilizzo di enormi contenitori ricolmi d'acqua , simili a serbatoi, verso i quali venivano condotte le polveri inquinanti, che proprio dall'acqua dovevano essere trattenute prima di venire convogliate lungo la rete fognaria. A Mary Walton si deve inoltre la progettazione del primo sistema in grado di limitare l'inquinamento acustico. Il sistema prevedeva d versare dell'acqua salina in uno speciale recipiente ricoperto da una lastra in vetro trasparente, che doveva essere esposto al sole, affinché i raggi solari potessero svolgere la propria azione di depurazione dell'acqua.

    Il sistema era in grado di produrre nel giro di poche ore alcuni litri di acqua potabile , che poteva rivelarsi indispensabile nel caso di un naufragio per la sopravvivenza dei passeggeri di un'imbarcazione. A lei si devono inoltre l'invenzione del forno solare e della Casa Carlisle , il primo edificio sperimentale a riscaldamento solare. Il fondatore della casa automobilistica più famosa di tutti i tempi fu, all'insaputa di molti, l'ideatore di una delle prime automobili completamente ecologiche e green, sia per via dei materiali che la costituivano sia per via della fonte combustibile utilizzata per il suo funzionamento.

    L'automobile era costituita principalmente da fibre di cellulosa biodegradabili derivate dalla canapa e dalla paglia di grano, ma non solo. Il funzionamento del suo motore era stato reso possibile mediante l'impiego di etanolo di canapa. Già nel Ford aveva azzardato l'ipotesi di riuscire a creare un'auto completamente realizzata ed alimentata grazie alla canapa. Era inoltre certo che dalla maggior parte dei vegetali, comprese mele, patate ed erbacce, potessero essere tratte sostanze combustibili da utilizzare per il funzionamento degli stessi mezzi per la coltivazione agricola, garantendo la possibilità di coltivare i campi con l'ausilio di mezzi meccanici per centinaia di anni.

    La Hemp Body Car era alimentata dalla canapa distillata, il cui valore inquinante era stato indicato come pari a zero. Perché non venne mai prodotta su larga scala? Ancora a Nikola Tesla si deve l'ideazione di un' automobile in grado di sfruttare la corrente alternata , anziché la corrente continua.

    Grazie a Tesla nel nei pressi delle Cascate del Niagara era entrata in funzione una stazione idroelettrica a corrente alternata grazie alla quale egli raggiunse la propria popolarità all'interno del panorama scientifico. La Pierce-Arrow begli anni Trenta del ' aveva deciso di dare vita ad un' automobile elettrica in grado di sfruttare la corrente alternata seguendo le istruzione fornitegli da Tesla. I suo motore era progettato per raggiungere giri al minuto ed era dotato di una ventola frontale per il raffreddamento.

    Il motore dell'automobile fu in seguito modificato da Tesla al fine di permettere il funzionamento autonomo del veicolo mediante un circuito elettrico in grado di produrre energia e di garantire il funzionamento in movimento del mezzo per decine di chilometri senza che il motore emettesse alcun rumore e senza la produzione di sostanze inquinanti. Secondo Tesla il nuovo dispositivo di sua invenzione non solo avrebbe potuto alimentare un'automobile per sempre, ma anche fornire l'energia necessaria ad interi edifici.

    Marta Albè. Correva l'anno E la vettura in questione era la Hemp Body Car , l'auto più ecologica del mondo. Henry Ford non aveva mai nascosto il sogno di realizzare " C'è abbastanza alcool nel rendimento di un anno di un campo di patate utile per guidare le macchine necessarie per coltivare i campi per un centinaio di anni ".

    Unendo la passione per la natura ed un indubbio fiuto per gli affari, l'imprenditore americano volle ad ogni costo che venisse realizzata una vettura che "uscisse" dalla terra. La Hemp Body Car era una realtà: interamente composta da plastica in fibre di canapa, biodegradabile e dieci volte più leggera delle auto con carrozzeria d'acciaio. Ma la grande novità, come detto, era nel carburante: la Hemp Body Car era difatti alimentata dalla canapa distillata , il cui impatto inquinante era pari ad un clamoroso "valore zero".

    I re dell'acciaio e del petrolio ripresero il controllo delle operazioni lasciando che quest'idea "fumosa" venisse dimenticata. A questo punto la domanda che viene naturale porsi è: perché solo ora, e per giunta timidamente, stanno rispuntando supposizioni, studi, progetti e dichiarazioni che Henry Ford nei primi ventenni del novecento aveva cercato di promuovere? Questi progetti risultarono sicuramente scomodi all'epoca, per via della crescita delle nazioni che potevano continuamente beneficiare di risorse petrolifere gli stati medio orientali, ad esempio, si scoprirono grossi beneficiari di oro nero proprio in quegli anni.

    Oggi, con una crisi petrolifera sempre più evidente, con la crescita di un'educazione orientata alla salvaguardia ambientale e, soprattutto, con una volontà nell' abbassare sprechi e consumi , si potranno forse portare a termine le volontà del fondatore del marchio Ford.

    La casa automobilistica dall'ovale blu sta dimostrando di essere una delle più motivate ad orientarsi a questo tipo di approccio, mettendo in commercio, ed è stata la prima in assoluto a farlo, una vettura alimentata a bioetanolo a basso contenuto di CO2. Sembrerebbe che, a distanza di quasi 70 anni, le previsioni del suo padre fondatore si stiano finalmente verificando. Alessandro Ribaldi.

    Ecofatto, la metamorfosi del riciclaggio. Renata Gabbi di Legambiente, spiega come dal riciclaggio di carta, plastica, acciaio si possano ottenere utensili, biciclette, elementi dell'arredo urbano e tanti altri oggetti d'uso quotidiano: "da ogni cosa nasce un'altra cosa", bisogna solo scegliere il contenitore giusto.

    Servizio di Lidia Casti Visita il sito: www. Per vedere il filmato clicca qui! Calcolo e bilancio dei consumi energetici in azienda con Excel. Come effettuare il bilancio dei consumi energetici di un'impresa calcolando in Excel le spese da ridurre per ottimizzare la spesa di energia elettrica, combustibile per il riscaldamento e carburante per il parco veicoli. Crowdfunding: il finanziamento arriva da Internet ConfiniOnline. Ormai non riguarda più solo le Horizon e PMI: bando per lo sviluppo di tecnologie digitali.

    Ivana Genestrone - Avvocato in Milano. Ho aderito alla richiesta dell'avv. Anfora, veicolata dal mio hosting, ricordando ad entrambi le mie tutele costituzionali ex art. L'insalata di Torino. Veri mostri botanici, verosimilmente provocati dall'inquinamento con agenti mutageni cromo esavalente, diossine, policlorobifenili. Cromo esavalente nella Dora - Un anno dopo.

    Questo servizio non intende costituire una sollecitazione del pubblico risparmio, e non intende promuovere alcuna forma di investimento o speculazione.. MARCO BAVA non potra' essere considerato responsabile di alcuna conseguenza derivante dall'uso che l'utente fara' delle informazioni ottenute dal sito. E voi che ne pensate? For more information or to visit, contact me: James. Why rent when you can own! Own a property which now rising at the heart of Central Business District.

    A mini township comprises of 4 towers, BPO offices, Hotel and residential condominium. Just accross Landers! This development will have more to offer with a hotel, residences, office spaces, numerous retail options, and more to cater to a modern and active lifestyle. A gateway, a haven for expats and corporate executives soon to rise at this point. Now on its friendlier monthly without interest on equity! As low as 21k! Senza stile non venire Ora sai a chi rivolgerti.

    Chiamaci, e scopri la differenza. Le ville più belle sono su www. Siamo qui. In vendita, per chi cerca cose belle. CaseBelle a Capri. Casealmare mare Faraglioni Panorama , emozioni , sogni. Siamo aperti anche a pranzo! Abbiamo pensato ad un menù per il vostro Office Lunch con prezzi speciali! Venite a scoprire i nostri piatti per il vostro pranzo non sarete delusi! Absolutely no expense spared with the design, construction and fit-out of this outstanding waterfront residence.

    Lower level has a lovely massage room with storage facilities and a chiller room as well, an absolute bonus for any villa on the island. To replicate just this particular facet of the villas construction would cost literally an arm and leg these days with the exorbitant building costs now a way of life on the islands. Just 40 metres away from the villa front door one of the nicest beaches on the island and with the bay being protected, ideal waters for mooring a boat in and transiting safely to and from the shore.

    If your looking for a high end villa oozing class and chic, then this is the one to jump on. Email: peter. What fable means to me! Una cena perfetta per un'occasione speciale La tua!

    Dit verzorgde ruime en lichte appartement bevindt zich in het centrum van Zandvoort. Het appartement heeft een open keuken, badkamer, balkon en één slaapkamer. Beschikbaar vanaf 1 november. Info smilinghost.


    Articoli simili: