Esploratore

Esploratore

VIDEO MARIO MEROLA SCARICA

Posted on Author Nagul Posted in Autisti


    Contents
  1. Conosci Carta Più e MultiPiù?
  2. Due in uno: La sceneggiata
  3. Il grande cinema di Mario Merola (6 DVD)
  4. Cerca per interprete

Mario Merola è stato un cantante, attore e compositore italiano. Diabolik, [​ ] CANALE TELEGRAM ASCOLTARE E SCARICARE. Che bello rivedermi accanto accanto al grande Mario Merola in questo video che mi. Canzone Mario Merola Ascoltare Internet - Scarica Mario Merola, Gigi D'Alessio, canzone di gigi finizio e trovami qualcosa di trash GRANDE MUSICA. Mario Merola (Napoli, 6 aprile – Castellammare di Stabia, 12 novembre ) è stato un cantante, attore, compositore e personaggio televisivo italiano. Find the best place to download latest songs by MARIO MEROLA. free movies, latest music videos, online radio, new TV shows and much more at Hungama.

Nome: video mario merola
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file: 14.31 Megabytes

Figlio di un ciabattino, trascorre la sua infanzia nei quartieri poveri di Napoli. Da ragazzo è una promessa del Napoli Calcio, in cui gioca nel ruolo di 'stopper'. Si guadagna da vivere lavorando come aiuto cuoco e poi come scaricatore di porto. Spinto da un suo collega, Salvatore De Lillo, convinto delle sue doti canore e delle sue capacità melodrammatiche, si avvicina al teatro quasi per gioco.

Incide il suo primo disco, "Malu figlio", una canzone dai toni violenti che ha immediatamente successo e gli apre le porte della sceneggiata napoletana.

Il suo esordio avviene al teatro Sirena interpretando "A testa aruta". Il successo gli permette di cambiare casa e trasferirsi nel quartiere di Barra.

Sempre più noto al pubblico, comincia ad essere considerato "La voce di Napoli". Nonostante abbia da poco passato la trentina, negli anni Sessanta Mario diventa protagonista indiscusso della sceneggiata napoletana, malgrado la tradizione assegnasse quel ruolo ad artisti più maturi. Nel porta per la prima volta la sceneggiata fuori dai confini della Campania, esibendosi a Milano.

Nel con "Sgarro alla camorra" di Ettore Maria Fizzarotti approda al cinema con successo. Nel corso degli anni i personaggi della sceneggiata si trasformano da un film all'altro, uscendo dai confini italiani come in "Da Corleone a Brooklyn" di Umberto Lenzi e confrontandosi con spacciatori di droga e uomini senza scrupoli.

Nel la regista partenopea Roberta Torre lo chiama per interpretare un cameo nel suo musical sperimentale "Sud Side Stori". Nel frattempo, Mario è diventato un impresario teatrale e discografico e ha scoperto il talento di Massimo Ranieri e del pianista che per quattro anni lo ha seguito nei suoi concerti, Gigi D'Alessio.

Conosci Carta Più e MultiPiù?

Nel viene trasportato d'urgenza in ospedale per scompenso cardiaco-respiratorio e una grave insufficienza renale, ma riesce a superare la crisi e a tornare a casa e ad una vita normale. Il 7 novembre , mentre è a tavola con i suoi familiari, ha una crisi cardio-respiratoria e viene trasportato d'urgenza all'ospedale S. Leonardo di Castellammare di Stabia, dove viene indotto in coma farmacologico.

Il 12 novembre, dopo un breve miglioramento, il suo cuore si ferma per sempre. Ciro Ippolito , il produttore, sceneggiatore e spesso attore e regista dei film di Merola, in occasione dell'uscita dell' autobiografia di quest'ultimo , ha raccontato un fatto accaduto durante le riprese del film Il mammasantissima.

Due in uno: La sceneggiata

Nel novembre , si fa largo tra la gente una signora anziana e in brutte condizioni di salute che sotto al braccio della figlia, si mette in prima fila, nessuno fa caso a lei, nemmeno Merola, che, saluta tutti e che accetta un bacio e un abbraccio dalla signora.

Ippolito, che invece aveva fatto caso alla signora, cerca di saperne di più. La vecchietta aveva un male incurabile e, aveva chiesto alla figlia di vedere, prima di morire, Mario Merola, infatti questi le "faceva compagnia", "alleviando i suoi dolori" con le sue canzoni e i suoi film. La vecchia signora una volta tornata a casa, chiude gli occhi per sempre.

Il grande cinema di Mario Merola (6 DVD)

Mario, una volta arrivato a casa della defunta scoppia in lacrime e, insieme a Ciro e al resto della troupe partecipa ai funerali della donna. In quell'attesa i colleghi di Merola lo invogliarono a salire sul palco ed esibirsi, per la prima volta, davanti a un pubblico.

Lascia definitivamente il lavoro al porto e, con i primi guadagni, si presenta al Teatro Sirena di Napoli interpretando la sceneggiata Malufiglio. Il trionfo festivaliero gli permette di farsi conoscere ad una platea più vasta.

Con Alberto Sciotti Merola registra altri brani nel biennio La canzone So nnato carcerato che diventa anche la colonna sonora del film di Roberto Torre Sud Side Story colpisce il pubblico popolare perché tratta da un vero fatto di cronaca: la vendetta di una moglie che uccide l'assassino del marito.

Arrestata in stato interessante, la donna partorisce alcuni mesi dopo in carcere.

Dal successo della canzone viene anche tratta una sceneggiata, in due tempi e cinque quadri, portata in scena a Napoli con Liliana figlia del musicista Enrico Cannio e sorella dell'attrice Anna Walter , con Enzo Vitale e con la partecipazione di Tecla Scarano. Nel continua la sua partecipazione al Festival di Napoli con le canzoni Femmene e tamorre e Ciento catene, nel con Allegretto ma non troppo, nel con Cchiu' forte 'e me e Comm'a 'nu sciummo, nel con 'O masto, Ciente appuntamente di cui è autore della musica e Abbracciame e nel con 'Nnammurato 'e te!

Cerca per interprete

Dopo l'interruzione del Festival nel , quest'ultimo verrà ripreso trent'anni dopo, nel In quest'ultima edizione Merola, insieme al figlio Francesco, si esibirà con il brano L'urdemo emigrante, arrivando ad un totale di otto partecipazioni.

Con pianista Dino Fiorentino, il chitarrista Vittorio Orabona e il batterista Oreste Fiscale, Mario Merola si è esibito nella commedia musicale sceneggiata napoletana al Teatro [18]. Malufiglio: Merola o Mauro? Per decenni il lancio e la prima incisione del brano vengono a lui attribuite. La notizia è riportata in varie enciclopedie e vari libri dedicati alla canzone napoletana, affermando che, visto il successo ottenuto dalla versione di Mario Merola, successivamente il brano viene inciso da Pino Mauro e Mario Trevi.

A mettere in evidenza l'errore è lo stesso autore del brano, Alfonso Chiarazzo, il quale in un filmato del luglio dichiara che il primo interprete del brano è Pino Mauro. Tra gli anni settanta e ottanta rilancia, in televisione e nelle 'tournée' fuori Napoli, la tradizionale sceneggiata , un canovaccio teatrale ispirato a una canzone del repertorio popolare e di solito basato sul triangolo "isso, essa e 'o malamente" lui, lei e il mascalzone. Parallelamente inizia un'attività di attore cinematografico in produzioni ispirate a storie di cronaca nera Sgarro alla camorra o alle consuete sceneggiate Lacrime napulitane.

Enzo di Domenico il compositore dei brani sopra citati, per Merola, compose e scrisse diversi brani nel corso degli anni.


Articoli simili: