Esploratore

Esploratore

SCARICARE LE REPLICHE DELLO ZOO DI 105

Posted on Author Vudojind Posted in Internet


    Ascolta quando vuoi i programmi di Radio con le repliche puoi seguire i tuoi programmi preferiti e i Lo Zoo di Trasferisciti anche tu nell'epicentro mondiale dello show-business: ascolta Vicky & co. in diretta da Miami! Per chi non sempre può ascoltare la diretta, si possono scaricare le repliche! siti che permettevano il download delle puntate dello ZOO di hanno chiuso i​. Come scaricare le puntate dello zoo di con marco mazzoli paolo noise fabio alisei pippo palmieri, Tutte le puntate dello zoo download. Samstag, 9. Scarica Lo Zoo di Repliche direttamente sul tuo iPhone, iPad e iPod touch. Vuoi scaricare le repliche dello Zoo di per poterle ascoltare quando vuoi?

    Nome: le repliche dello zoo di 105
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 25.44 MB

    Biagio Chianese ha scritto: 16 gennaio alle Ma dai, che imbecilli. Non hanno minimamente pensato a quello che stavano dicendo? Ma come si fa? Ci piace Rita quando diventa pasionaria a proposito di diritti degli animali, visto che le cose stentano a cambiare e ancora oggi troppi cani e non solo soffrono pene assurde, in strada e nei canili vedi striscia di questi giorni!

    Penso sia un bel segnale, positivo. Adesso spero sinceramente che lo zoo riapra, visto che i conduttori hanno comunque chiesto scusa ed ammesso le proprie responsabilità… Per certi errori bisogna pagare, il giusto aggiungerei.

    Adesso spero sinceramente che lo zoo riapra, visto che i conduttori hanno comunque chiesto scusa ed ammesso le proprie responsabilità… Per certi errori bisogna pagare, il giusto aggiungerei.

    Nono voglio fare il moralista ma era volgare ai massimi livelli. Direi che con questo episodio hanno toccato il fondo. Mi dispiace perchè radio è la mia radio preferita e la sento sempre molto volentieri ma lo ZOO era veramente allucinante, si a volte faceva ridere ma era troppo pesante.

    Brava RITA! Mari ha scritto: 16 gennaio alle Le scuse non bastano.

    Studio Aperto

    Spero che le sanzioni per questi idioti superficiali e crudeli siano adeguate. Sul fatto che la Dalla Chiesa perda eccessivamente la ragione quando si parla di animali lo condivido. Gli estremi non li sopporto. Non ho seguito mai lo zoo di ma dato che è seguitissimo non potevano mancare le proteste.

    Secondo: seguo da 2 anni lo zoo ma non per questo sono uno stupido e ho sentito la puntata incriminata… hanno fatto riferito solo ai gatti non hanno parlato di cani, di rane ed altro… e hanno subito dopo chiesto scusa. Hanno ammesso che hanno fatto una cavolata e hanno ricevuto una sanzione come giusto sia.

    Terzo: loro hanno sbagliato… ma tutti quegli animalisti che minacciano di morte fanno bene?

    Posto questo,ritengo che siamo alle soglie del ridicolo. E poi,tanto per buttarla sul paradossale,se anzichè parlare dei gatti avessero parlato delle mosche,delle formiche o degli scarafaggi sarebbe successo tutto sto casino? Credo proprio di no. Allora i casi sono 2:o le mosche non sono animali o gli animalisti fanno discriminazioni. Andiamo…il buonismo lasciamolo agli imbecilli.

    Lo Zoo di 105, l’applicazione ufficiale su smartphone android

    Ultime Notizie ha scritto: 16 gennaio alle Un programma con uno spirito goliardico scurrile tocca pure dei tasti dolenti su cui molti hanno riso ma credo che la sospensione sia una scelta sbagliata. Astrix ha scritto: 16 gennaio alle non sapevo di questo episodio.

    Credo che i ragazzi si siano lasciati andare, forse troppo, sul discorso degli animali, non pensando al fatto di essere ascoltati da 5 milioni di persone. Voi giornalisti questo non potete saperlo visto che non siete ascoltatori dello zoo e molto probabilmente non avete nemmeno ascoltato la puntata in discussione.

    Scarica anche:ZOO 105 SCARICARE

    Quei ragazzi che hanno commesso un errore e che ne stanno pagando le conseguenze, quei ragazzi che hanno capito di avere esagerato e hanno chiesto scusa a TUTTI. Nel periodo precedente a quella che doveva essere la definitiva chiusura vi lavoravano come disc jockey : Marco Mazzoli , Leone Di Lernia , Fabio Alisei , Paolo Noise , Gibba e Wender che fece l'ennesimo ritorno poche settimane dopo lo spostamento di DJ Giuseppe nel programma Tutto esaurito.

    Arnold si occupava invece della regia ma, in seguito ad un incidente con la sua moto, è stato sostituito dal dj Pippo Palmieri.

    Fabrizio Cerutti detto "Petosauro" è la voce ufficiale del programma dal dicembre oltre a presentare la sigla iniziale, è il narratore di gran parte delle scenette. Ma quando stava per dire il primo nome, la trasmissione è stata interrotta con un lungo bip, mentre la webcam collegata con lo studio si è bloccata su un fermo immagine.

    Tale presunta censura era in realtà una scena realizzata con la complicità di Mazzoli come da lui scritto nel suo blog, per mantenere vivo il mistero su questa vicenda. Anche a causa di alcune apparenti contraddizioni dello stesso Mazzoli riguardo ai motivi della chiusura dello Zoo, ai tempi non fu chiaro quale fosse il motivo e chi fossero le persone responsabili di questa chiusura.

    I due programmi si sfidarono a gara di sms per valutare le preferenze del pubblico; il 22 novembre Tutto Esaurito ricevette circa Il 10 giugno Leone Di Lernia abbandona lo Zoo, in seguito ad un clima di contrasto che si era venuto a formare fra lui ed i vari componenti del programma.

    Nella trasmissione del giorno dopo, si è comunque evidenziata la volontà di ricongiungersi di tutte e 2 le parti, fra scherzi e battute [2].

    Il 31 agosto Lo Zoo torna in diretta da Miami. Esattamente come l'anno precedente la trasmissione va in onda anche sulla ZooTv personale di Marco Mazzoli visibile sul blog dello Zoo e sul sito Mogulus. Alla fine del mese, lo Zoo torna a trasmettere dagli studi di Via Turati: l'edizione è caratterizzata dall'allontanamento definitivo di Leone Di Lernia.

    Tuttavia, questo non gli impedisce di essere vittima di ulteriori scherzi da parte dello Zoo: la maggior parte di essi consistono in finte telefonate di chiarimento, che in realtà vengono registrate, durante le quali Leone viene stuzzicato e spinto a parlare male dei suoi ex colleghi.

    La protesta degli animalisti[ modifica modifica wikitesto ] Il 12 gennaio , durante la prima puntata del , i DJ iniziano a scherzare pesantemente, elencando una serie di possibili sevizie da effettuare sugli animali: l'intento, ironico e senza alcuna pretesa di verità i DJ si sono più volte schierati apertamente contro la violenza sugli animali, oltre a esserne possessori , è stato tuttavia frainteso, scatenando le ire di Roberto Cavallo, presidente del Collettivo Animalista, il quale tenta di mettersi in contatto con la trasmissione per protestare: come lui stesso ammetterà in futuro, Cavallo segue ed apprezza Lo Zoo di e quindi è ben consapevole che quelle battute non andavano prese sul serio, tuttavia voleva evitare che certe parole potessero arrivare a persone che avrebbero potuto realmente attuare tali sevizie.

    Non riuscendo a contattare la trasmissione, Cavallo dirama un comunicato via mail, e arrivano alla radio diverse mail di protesta. Il 13 gennaio, alcune mail vengono lette da Rita dalla Chiesa durante la puntata di Forum e in quello stesso giorno Lo Zoo di viene sospeso.

    Descrizione

    L'editrice Finelco si dissocia immediatamente da tali affermazioni. Il 14 gennaio va in onda una puntata speciale, in cui tutto lo staff si scusa per quelle affermazioni, facendo intervenire i presidenti delle varie associazioni animaliste, tra cui lo stesso Roberto Cavallo, il quale ribadisce di non aver mai pensato che tali parole potessero essere prese sul serio, ma si mostra comunque felice per il risultato ottenuto attraverso la cooperazione tra le varie associazioni. In questa puntata i DJ si impegnano a dedicarsi periodicamente al volontariato e che, nel caso di un eventuale ritorno in onda che ai tempi non era ancora sicuro , avrebbero trasmesso da un canile; inoltre aprono un canale su YouTube , in cui viene pubblicato un video di scuse.

    Nei giorni successivi alcuni giornali pubblicano la notizia della chiusura della trasmissione [3] [4] , ma in diversi casi gli articoli non erano del tutto veritieri.


    Articoli simili: